WHAT A WONDERFUL WORLD PDF Stampa E-mail
Scritto da Direttore   
Giovedì 23 Febbraio 2017 10:37


TITOLO DEL PROGETTO

What a Wonderful World

Progetto finanziato dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali - Linee di indirizzo per la presentazione di progetti sperimentali di volontariato di cui all’art.12, comma 1, lettera d), della legge 11 agosto 1991, n.266, finanziati con il fondo per il volontariato Direttiva 2014.


SOGGETTO PROPONENTE

CENTRO DI SOLIDARIETÁ DELLA C.D.O. “NICOLA COPPOLA”


AMBITO DI INTERVENTO

Ambito d’azione: Legalità e corresponsabilità.

Percorsi educativi, socio-culturali e di sperimentazione attiva nel campo del volontariato sociale in favore di minori e giovani finalizzati alla diffusione della cultura della legalità e della giustizia, della cittadinanza  attiva, del valore del lavoro e dell’impegno sociale.


IDEA PROGETTO

I giovani sono da sempre i più sensibili nel recepire tutto ciò che promana da scelte esistenziali forti, da storie cariche di passione ed esempi di vita. Ascoltano e recepiscono più volentieri testimonianze che non lezioni. A partire dalle passioni e dai valori, dalle aspettative, dalle curiosità, il progetto “What a Wonderful World”, intende favorire l’introduzione dei ragazzi nella “vita reale” quella che spesso subiscono, non capiscono, contro la quale spesso si arrabbiano. La vita che, fuori da quella virtuale dei video giochi e dei social network, apre delle voragini esistenziali che quasi più nessuno è in grado di guardare, di sostenere. Ebbene le agenzie educative sono spesso distratte davanti a questo unico, primordiale obiettivo educativo: permettere lo sviluppo di una coscienza critica e adulta che introduca il giovane alla vita. Il progetto “What a Wonderful World” promuove e propone dei percorsi educativi sperimentali, su tematiche e valori fondamentali quali legalità e giustizia, studio e lavoro, volontariato e cittadinanza.

Abbiamo già sperimentato che proporre ai ragazzi di applicare sul campo capacità acquisite a scuola ha sempre avuto un’attrattiva maggiore rispetto alla classica lezione teorica, non immaginavamo però tutto il valore aggiunto che sarebbe derivato dall’idea di unire “l’azione pratica” ad “un’azione utile”.

Ci siamo stupiti nel vedere i ragazzi comportarsi come degli adulti davanti alle loro mansioni solo per aver allargato l’obiettivo dal singolo al mondo. Così è accaduto, ad esempio, che i ragazzi di un istituto alberghiero di Palermo (I.P.S.S.A.R. “Francesco Paolo Cascino”) sono usciti dalle loro “cucine scolastiche” e sono diventati per un giorno responsabili dei pasti serviti alla mensa della Caritas. Hanno ideato, preparato e servito pietanze per un centinaio di persone e, durante il servizio, noi operatori stentavamo a riconoscerli tanto erano seri in quello che stavano facendo. Che mondo fantastico - “What a wonderful world” - è l’esclamazione suscitata dal riconoscimento di qualcosa di cui prima non ci si era accorti: questo è il percorso che vorremmo  intraprendere insieme con i ragazzi.

OBIETTIVI

Il progetto si propone di contribuire in maniera incisiva a diffondere, accrescere e fortificare tra i giovani la cultura della giustizia, della carità, i valori della cittadinanza attiva e corresponsabile, il significato del “mettersi” a lavoro attraverso la promozione di forme di volontariato capaci non soltanto di sviluppare esperienze educative significative ma di mettere in connessione la scuola con la vita tutta, in un orizzonte unico e molto più ampio.

DESTINATARI

Il progetto è rivolto ai giovani presenti nelle scuole secondarie di primo e secondo grado, con particolare riferimento a contesti caratterizzati da condizioni di disagio e di marginalità sociale. Il progetto prevede la partecipazione alle attività di ragazzi normodotati e diversamente abili.

ATTIVITA’

Start - Incontri in classe - Si tratta di un modulo didattico interattivo guidato da tutor esperti.

Ready Go - Esperienze di carità - Consiste in un’esperienza strutturata per gli studenti da svolgere all'interno delle associazioni aderenti al progetto.

Stop and go - Restituzione in classe- durante e dopo il percorso di stage gli studenti saranno seguiti dai tutor nello sforzo di esplicitare e condividere ciò che è entrato già a far parte del proprio patrimonio esperienziale. Maturare un giudizio è ciò che rende valevole e utile un’esperienza come questa che altrimenti verrebbe presto dimenticata e risulterebbe priva di significato.

Ag–giusta la scuola: progettazione e realizzazione di un intervento migliorativo per il proprio istituto scolastico allo scopo di trasformare o restituire quell’esperienza di bellezza vissuta alla propria scuola. Gli alunni, con l’aiuto di tutor e insegnanti, saranno guidati nell’individuazione di uno spazio da ripristinare o migliorare e, successivamente, si improvviseranno tinteggiatori, decoratori, architetti, arredatori per realizzare il proprio progetto.

Scatto Matto : realizzazione di un video finale.

 

PERIODO DI REALIZZAZIONE

Aprile 2016 - Ottobre 2017


Ultimo aggiornamento Venerdì 21 Aprile 2017 07:51
 

Questo sito utilizza cookie anche di terze parti e tecnologie simili per analisi e statistica e per migliorare la navigazione. Cliccando su (Accetto) o continuando a navigare acconsenti all’uso dei cookie. Informativa dettagliata.